PRIMAVERA ALBANESE

Primavera Albanese

Un ponte tra Italia ed Albania con Primavera Albanese

A Nord Est dell’Albania, a Reshen, nella Regione della Mirdita (che in italiano vuol dire buongiorno), i Padri Somaschi gestiscono un’importante struttura.

Si tratta di una scuola professionale con un corso di studi quadriennale legalmente riconosciuto e parificato, con varie specializzazioni (meccanica, idraulica, elettrica, informatica ecc..), con convitto interno, per un totale di circa 240 studenti, dai 14 ai 18 anni.

Nel 2012, durante un incontro tra il Presidente di Primavere del Mondo Onlus, Padre Michele e l’allora Ambasciatore Massimo Gaiani sono nate alcune iniziative concrete:

1) Un progetto pilota per porre un freno al fenomeno dell’immigrazione clandestina.
Sono stati individuati 30/50 ragazzi, intorno ai 13/14 anni e provenienti da situazioni famigliari disperate, che avevano come unica prospettiva di vita quella di essere abbandonati sul territorio italiano. Il Progetto è consistito nel convincere le loro famiglie a lasciarli in Albania, affidandoli ai Padri Somaschi. I ragazzi si sono impegnati a studiare con profitto mentre l’Ambasciata si è impegnata a finanziare i loro studi presso la scuola dei Padri Somaschi e a trovare poi loro un inserimento presso un’azienda Italiana in loco.

2)  L’inserimento dell’Italiano come lingua obbligatoria presso le scuole professionali, partendo proprio da quella dei Padri Somaschi, per facilitare poi l’inserimento presso aziende italiane.

3)  La partecipazione dei Padri Somaschi ad un bando di elargizione fondi da parte del governo albanese, nell’ambito di un accordo di “remissione del debito”. In sostanza l’Italia ha rinunciato ad una fetta di debito dovutole dall’Albania, a patto però che quest’ultima si impegnasse ad investire tali somme in progetti sociali realizzati in collaborazione con istituzioni italiane.