La solidarietà

La solidarietà

Articolo pubblicato sul quotidiano La Provincia in data 1 agosto 2011.

Un’associazione nata unicamente dalla volontà di fare del bene, di portare la propria solidarietà concreta dove ce n’è davvero bisogno, “piccole gocce”, a sentire il coordinatore nazionale Pier Carlo Ricci, comasco doc, discendente di una famiglia di setaioli, studi al Collegio Gallio che hanno lasciato un’impronta profonda in una persona che ha sempre fatto della beneficenza, dell’impegno, una grande passione, condivisa con la fidanzata Angela Cappelletti e con amici come Federico Faverio e Massimiliano Ronchetti. Assieme a loro è nata “Primavere nel mondo”, onlus attiva dal 2009 e oggi realtà diramata, per ora, in quattro direzioni differenti, ma complementari. Di cosa si tratta? «È nato tutto dalla missione dei Padri Somaschi a Targoviste», racconta Ricci descrivendo l’antica capitale della Valacchia, terra del Voivoda Vlad Tepes, ovvero il Dracula storico, oggi un centro della Romania non differente, per dimensioni e abitanti, da Como. «È stata la prima di una serie di visite che ci hanno portati a conoscere la mentalità, le abitudini e i problemi di quella popolazione, dei bambini, soprattutto, incontrando personaggi straordinari come padre Lorenzo, padre Livio, padre Sergio e padre Albano». I primi si occupano di seguire, come in una famiglia allargata, direttamente dodici ragazzi (una legge locale impone che non possano essere di più) e qualcosa come centotrenta famiglie effettuando visite, controlli, preoccupandosi della scolarizzazione. Padre Albano, invece, opera a Baia Mare dove sono addirittura centinaia le persone con cui è in contatto e che aiuta in collaborazione con associazioni anche laiche mentre, va detto, la Chiesa Ortodossa non fa nulla per agevolare la vita ai Somaschi, anzi. Complice l’eruzione del vulcano islandese, Ricci e i suoi rimasero bloccati per un’imprevista settimana dedicandosi all’approfondimento ulteriore di una realtà fatta di migliaia di bambini abbandonati a loro stessi. «È stato un volo di rondini a darci l’idea di chiamare l’associazione ’Primavera rumena’». Da allora il progetto, che ha trovato aiuti molto concreti a Como si è ingrandito e comprende anche “Primavera ucraina”, “Primavera africana” (che opera in Nigeria) e anche una “Primavera italiana”. Le attività di questa onlus, che è apolitica e apartitica, possono essere seguite sul sito www.primaveredelmondo.org: in questo momento Ricci e gli altri volontari sono alla ricerca di spazi in comodato gratuito, magazzini per i beni in fase di spedizione. Tra i prossimi eventi una mostra di opere degli artisti lariani Fabrizio Musa e Enzo Santambrogio che intendono donare alle “Primavere” il ricavato come è già avvenuto con due lavori donati all’associazione che, inseguendo un’ideale di solidarietà, collabora con numerose realtà del mondo del volontariato comasco.

A Bru.

Comments (0)

Write a Comment